DINTORNI ROCCARASO
:: RIVISONDOLI ::
Rivisondoli è adagiato, su uno sperone roccioso, in mezzo agli altipiani maggiori d'Abruzzo di altitudine elevata (1320 mt.) gode di un clima salubre e di scenari di straordinaria bellezza. Dista, solo 5km dalla partenza degli impianti di risalita Rivisondoli - Monte Pratello, i quali si collegano al comprensorio sciistico Alto Sangro che comprende ben 120 km di piste. L'economia del paese è prettamente turistica, numerosi sono gli alberghi, i ristoranti e le attività commerciali. Il presepe vivente di Rivisondoli è una manifestazione religiosa, culturale e folcloristica di grande rilievo, sia nell'ambito della Regione Abruzzo che dell' Italia. La prima edizione venne realizzata infatti, nel 1951, ripetendosi di anno in anno con maggiore notorietà. Tale manifestazione si svolge ogni anno il 5 Gennaio.
:: PESCOCOSTANZO ::
Pescocostanzo è un comune di 1.196 abitanti, iappartiene alla Comunità Montana Alto Sangro e Altopiano delle Cinque Miglia. Fa parte del Club dei Borghi più belli d'Italia.Questo caratteristico paese è noto per essere un affollato centro di turismo sia estivo che invernale vista la sua posizione in altura all'interno del Parco Nazionale della Maiella. Ma Pescocostanzo non è solo natura perché offre ai visitatori bellezze artistiche e prodotti artigianali la cui fama ha travalicato i confini regionali. In questo comune, che conserva ancora molti elementi rinascimentali, si possono ammirare merletti, oggetti in ferro battuto, pietra e oreficeria di grande qualità. L'antica Pesclum Constantii ebbe origine nel Medioevo ma la sua epoca d'oro fu sicuramente il Cinquecento.
:: CASTEL DI SANGRO ::
Castel di Sangro, posto a 800 metri sul livello del mare, è considerato il comune principale del comprensorio dell'Alto Sangro e dell'Altopiano delle Cinquemiglia, di cui ospita la sede della omonima Comunità Montana. La caratteristica della zona, con gli altipiani maggiori, le vette che superano i 2.000 metri, il fiume Sangro, la vegetazione varia e rigogliosa, la fauna selvatica ed il clima, che d'estate permette piacevoli escursioni e d'inverno offre l'opportunità di praticare sport sulla neve, conquista sempre un maggior numero di turisti. La Città sorge al limite di una valle molto ampia, sulla riva destra di un corso d'acqua a carattere torrentizio: il Sangro. Castel di Sangro è la sede commerciale della zona, nonché attivo centro turistico per la vicinanza con gli impianti sciistici della zona.
:: ALFEDENA ::
Da antico centro sannitico circondato da monti, oggi il paese di Alfedena, conosciuto anche come il paese dei dottori, (poiché in passato aveva una alta percentuale di laureati in rapporto al numero di abitanti) sorge a più di 900 m. s.l.m. L'attuale abitato si erge come borgata annessa al Castello del principe Caracciolo di Cellamare , esso e situato su una roccia staccata dal monte S. Nicola. L'abitato è attraversato dal fiume Rio Torto affluente del Sangro ed emissario del Lago Montagna Spaccata, situato a monte a quota 1.100 metri, bacino idroelettrico realizzato, nella seconda metà degli anni 50, sbarrando con una diga a botte una frattura tettonica, da cui deriva il nome, nelle cui acque purissime è permessa la pesca e la balneazione.
:: ROCCA PIA ::
Rocca Pia, gia' Rocca Valle Scura, si trova in una delle zone piu' belle d'Abruzzo, a meta' strada fra Roccaraso e Sulmona. Le origini del paese risalgono all'alto medioevo.La prima attestazione storica di un sito abitato nella zona è riportato in un diploma dell' 876: Guido, duca di Spoleto, concede la chiesa di S. Marcello in Florina, ai monaci di S. Vincenzo a' Volturno. Florina è il nome del l ° nucleo abitato sorto nel luogo dove è oggi Rocca Pia .Sono tuttora visibili i resti dell'antico castello, nella cui zona sottostante si trova la parte fortificata del paese, ancora oggi denominata Castelluccio. L' architettura presenta loggiati e arcate, spesso all'ultimo piano, ben conservati e visibili presso gli edifici storici presenti nel centro. Caratteristiche le piccole scalinate esterne (vignale) con pianerottolo coperto.
:: ATELETA ::
Il paese è situato a pochi passi dal confine con il Molise, sopra la piana di Roccaraso. Il comune ha due secoli di vita ed è stato completamente ricostruito dopo le devastazioni della seconda guerra mondiale. Da visitare il vicino villaggio di Carceri abbandonato dai suoi abitanti dopo un violento terremoto di oltre cinque secoli fa. Il nome del paese, che ha la particolarità, ritenuta di buon auspicio, di poter essere letto da sinistra a destra e viceversa, significa esente dalle imposte. Infatti al tempo di Gioacchino Murat, il Commissario ripartitore dei tre Abruzzi, Giuseppe de Thomasis di Montenerodomo, incentivò la costituzione di un unico nucleo abitato, concedendo alle famiglie che abitavano nei casolari sparsi, il privilegio, durato diversi anni, dell'esenzione dai tributi.

PRENOTA AL MIGLIOR PREZZO

Modulo di iscrizione alla newsletter

Compila e invia il modulo per iscriverti alla nostra newsletter.